Trasparenza

Trasparenza ACT

Iscrizione al Registro degli operatori di comunicazione: N. ROC 32375


CARTA DEI SERVIZI  

ACT con sede legale a 51100 Pistoia (PT), in Via Guido Gozzano 13, offre i Servizi al Cliente con il marchio ACT (di seguito, denominate “ACT”) e si uniforma ai principi stabiliti per il servizio del blocco selettivo delle chiamate e fatturazione dettagliata, alla qualità nelle Carte dei Servizi di telecomunicazioni stabiliti dalla Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni rispettivamente nelle Delibere n° 78/02/CONS, n. 179/03/CSP, n. 254/04/CSP, n. 131/06/CSP, n. 244/08/CSP, n. 79/09/CSP, n. 73/11/CONS, n. 151/12/CONS, n. 154/12/CONS, n. 656/14/CONS, n.580/15/CONS, Delibera n. 252/16/CONS, 203/18/CONS e 347/18/CONS, nonché alle disposizioni contenute nel “Codice di condotta per l’offerta dei servizi a sovrapprezzo e tutela dei minori” sottoscritto tra tutti gli operatori ed il Ministero delle Comunicazioni.

La Carta dei Servizi è pubblicata sul sito www.act-telecomunicazioni.it richiamato nelle Condizioni Generali di Contratto reperibili e nella documentazione di fatturazione, ed è disponibile presso i rivenditori autorizzati.

Le Condizioni Generali di Contratto sono reperibili:

Il servizio clienti ACT, è raggiungibile al numero 05731936111, è disponibile a fornire informazioni sulla Carta dei Servizi.

1.1 Uguaglianza ed imparzialità

ACT fornisce servizi nel settore delle telecomunicazioni ispirandosi al principio di uguaglianza tra i Clienti prescindendo da differenze di sesso, razza, lingua, religione ed opinioni politiche.

ACT garantisce eguaglianza di trattamento, a parità di condizioni del servizio prestato, tra diverse aree geografiche e tra diverse categorie o fasce di Clienti e comunque garantisce la parità di trattamento da intendersi come divieto di ogni ingiustificata discriminazione.

ACT presta particolare attenzione, sia nel rapporto diretto che indiretto, agli utenti con disabilità, agli anziani e ai Clienti socialmente più deboli.

L’attività di ACT si uniforma ai criteri di obiettività, giustizia e imparzialità.

In funzione di tale obbligo ACT interpreta le singole clausole delle condizioni generali e specifiche di fornitura del servizio e le norme regolatrici di settore.

1.3 Partecipazione

Ciascun Cliente, singolarmente o attraverso associazioni, può produrre memorie e/o documenti e formulare suggerimenti per migliorare la fornitura del servizio. Dette informazioni possono essere formulate al centro di Assistenza Clienti (05731936111) oppure agli indirizzi riportati nelle singole Condizioni Generali di Contratto.

ACT acquisisce periodicamente le valutazioni fornite da parte dei Clienti circa la qualità dei servizi forniti e si impegna, in modo sistematico, a ricercare, nello svolgimento del servizio, tutte le condizioni volte a migliorare il rapporto con i Clienti stessi.

1.5 Efficacia ed efficienza

ACT persegue il continuo miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia del servizio, adottando le soluzioni tecnologiche, organizzative, contabili e procedurali più funzionali allo scopo.

In tale ambito, ACT espleta una funzione attiva di controllo e verifica sulle piattaforme impiegate nella gestione di tutto il ciclo di vita dei propri Servizi. Tali controlli, costantemente aggiornati, impiegano la massima diligenza nell’applicazione di efficaci misure anti-hacking e di prevenzione di qualsiasi forma di malpractice, in linea con la naturale evoluzione tecnologica del mercato di riferimento.

1.7 Salvaguardia dell’ambiente

ACT si avvale sin dal 2015 di un Sistema di Gestione Ambientale conforme alla normativa UNI EN ISO 14001:2004 e si impegna a mantenere un sistema di gestione adeguato a tenere sotto controllo gli impatti ambientali più significativi nell’ambito delle proprie attività, ricercandone sistematicamente il miglioramento continuo in modo sistemico, efficace e sostenibile.

2.1 Attivazione del servizio

ACT, fatti salvi i casi di particolare difficoltà tecnica, attiva i servizi di norma entro 10 giorni lavorativi successivi all’inserimento della richiesta di attivazione. ACT, con riferimento al servizio di telefonia fissa, si impegna ad attivare, per i Clienti individui, il servizio entro un termine massimo di 90 giorni dalla richiesta del Cliente di migrare la propria linea precedentemente attiva, previa trasmissione a ACT del codice assegnato dal precedente operatore e necessario per attivare il Servizio, o dalla richiesta del Cliente di una nuova linea ACT;

Qualora, in ragione di motivata indisponibilità delle risorse tecniche, ovvero per cause imputabili a terzi e/o ai Clienti o per provvedere all’installazione di apparati presso il Cliente, non sia possibile il rispetto dei predetti termini, indicherà comunque la data a partire dalla quale il servizio sarà attivabile, concordando con il Cliente tempi e modalità di attivazione; dalle tempistiche sopra indicate sono esclusi i tempi dovuti ad eccezionale difficoltà tecnica nella fornitura del servizio, i tempi dipendenti dal Cliente ed, in generale, le tempistiche non imputabili a ACT. Laddove il ritardo rispetto ai tempi previsti per l’attivazione del servizio o per il trasloco dell’utenza sia imputabile a ACT, il Cliente avrà diritto agli indennizzi di cui al punto 3.3.

Il diritto di recesso può essere esercitato con modalità semplici ed accessibili, analoghe a quelle utilizzate per l’attivazione, per mail scrivendo ad amministrazione@act-telecomunicazioni.it, dal sito www.act-telecomunicazioni.it con PEC, in modalità telematica o con raccomandata contenente l’indicazione dei dati anagrafici (nome, cognome e codice fiscale/ragione sociale e partita Iva se cliente business) dell’intestatario dell’utenza da disattivare, copia di un documento di identità, numero di telefono dell’utenza medesima e firma. Per puntuali dettagli, si rimanda alle Condizioni Generali di Contratto.

2.3 Reclami presentati dai clienti

I reclami relativi agli importi addebitati in fattura possono essere inoltrati a ACT per telefono al servizio assistenza di ACT (05731936111), per iscritto con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, tramite PEC o per posta semplice, o per via telematica tramite l’area clienti del sito www.act-telecomunicazioni.it  entro 45 giorni dalla data di emissione della fattura in contestazione. Sono salvi i casi di ritardo nel recapito della fattura opponibili validamente dal Cliente, l’esito del reclamo sarà comunicato al Cliente, per iscritto, entro 45 giorni solari dal momento in cui il reclamo è pervenuto. ACT sospende fino alla comunicazione al Cliente dell’esito del reclamo l’applicazione dell’indennità di mora. Rimane comunque fermo che, ove il reclamo non sia stato accettato da ACT, il Cliente è tenuto a pagare la predetta indennità di mora a decorrere dalla data di scadenza indicata sul Conto ACT. Pertanto, qualora il reclamo non sia stato accettato e il Cliente non abbia ancora pagato, la somma contestata va pagata entro la data comunicata da ACT tramite la lettera di definizione del reclamo. Ciò trova applicazione anche nel caso in cui il cliente abbia presentato alle competenti Autorità una denuncia di frode avente per oggetto l’uso indebito da parte di terzi del collegamento di rete con l’indicazione del traffico fraudolento indicato in modo specifico. Quanto dovuto a titolo di indennità di mora sarà addebitato sul successivo Conto ACT nella misura indicata dalle singole Condizioni Generali di Contratto. Nelle ipotesi di particolare complessità dei reclami, entro il predetto termine, ACT informerà il Cliente dei tempi necessari per la risposta. Ove sia riscontrata la fondatezza del reclamo, ACT provvede alla restituzione degli eventuali importi già pagati dal Cliente, operando in compensazione nel successivo Conto ACT e nel caso di carte prepagate mobili riaccreditandoli sulla carta stessa salvo non si renda necessaria la liquidazione mediante assegno. Per quanto riguarda i reclami relativi alla telefonia Mobile ed inerenti disservizi di natura eccezionali e generalizzati di particolare complessità tecnica della rete, essi devono essere inoltrati a ACT per telefono al servizio assistenza di ACT (05731936111), per iscritto con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, tramite PEC o per posta semplice, o per via telematica tramite l’area clienti del sito www.act-telecomunicazioni.it  entro e non oltre 45 giorni dalla chiusura del disservizio stesso. Ai fini della corretta evasione della richiesta, nella stessa devono essere dettagliate le seguenti informazioni: a. Nome e Cognome Titolare della linea interessata dal disservizio b. Numero Telefonico della linea interessata dal disservizio c. Tipologia di disservizio riscontrato d. Data di inizio del disservizio riscontrato dal cliente e. Località (Comune, Via, Codice di Avviamento Postale) nella quale lo stesso è stato riscontrato. Per tutte le tipologie di reclami ACT si impegna a fornire riscontro entro 45 giorni dalla data di ricevimento del reclamo stesso. Nel caso in cui ACT non osservi i predetti termini, il Cliente avrà diritto agli indennizzi di cui al punto 3.3.

2.3.2 Pagamento del Conto ACT

ACT si impegna ad offrire ai propri Clienti modalità di pagamento coerenti con le diverse tipologie di servizi e/o prodotti offerti e aggiornate all’evoluzione dei sistemi di pagamento in Italia. ACT accetterà le seguenti modalità di pagamento: addebiti diretti su Conti Correnti Bancari e Postali. ACT si riserva la facoltà di introdurre nuove modalità di pagamento coerenti con lo sviluppo dei sistemi di pagamento e/o di limitarne alcune in relazione a specifici prodotti e/o servizi offerti. ACT comunicherà alla Clientela le modalità pro tempore disponibili al momento della sottoscrizione del contratto. In caso di ritardo nei pagamenti sulle somme non corrisposte, ACT applicherà un importo a titolo di penale, determinato secondo quanto previsto dalla Delibera n. 179/03/CSP dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (approvazione della direttiva generale in materia di qualità e carte dei servizi di telecomunicazioni) e successive modificazioni, pari: a) al 2% dell’importo indicato in fattura e rimasto insoluto, se il pagamento sarà effettuato dal 1° al 15° giorno solare successivo alla data di scadenza b) al 5% dell’importo indicato in fattura e rimasto insoluto, se il pagamento sarà effettuato dopo il 15° giorno solare dalla data di scadenza. Qualora il Cliente abbia effettuato con regolarità il pagamento di almeno 3 (tre) fatture consecutive e ritardi il pagamento della fattura successiva per non più di 15 giorni solari rispetto alla relativa data di scadenza, la penale per ritardato pagamento di cui sopra non verrà applicata. In caso contrario (vale a dire se il ritardo si protrae oltre il 15° giorno), la penale per ritardato pagamento sarà pari al 5% dell’importo indicato in fattura rimasto insoluto. Gli importi di cui sopra saranno addebitati da ACT nella prima fattura utile successiva a quella che, in tutto o in parte, risulta insoluta. Nel caso di risoluzione contrattuale la penale sarà addebitata con la fattura emessa successivamente alla comunicazione di risoluzione inviata al Cliente. Eventuali disfunzioni e/o danni nella effettuazione dei pagamenti arrecati da soggetti terzi (banche, sportelli postali, società emittenti carte di credito, ecc.) responsabili della gestione dei sistemi di pagamento stessi non saranno in ogni caso imputabili a ACT. Fatto salvo quanto previsto al precedente paragrafo 1, il Cliente ha diritto di modificare durante la vigenza del rapporto contrattuale la modalità di pagamento del servizio offerto. ACT provvede a rimborsare eventuali depositi cauzionali o anticipi conversazioni entro centottanta giorni dalla cessazione del contratto. Decorsi 90 (novanta) giorni dalla cessazione del contratto, ACT restituisce tali depositi maggiorati nella misura prevista contrattualmente.

2.4 Informazioni alla Clientela

ACT comunica ai Clienti, con i mezzi più idonei ed in modo chiaro, esaustivo, adeguato e tempestivo, le informazioni relative:

        • al presente documento ed alle sue modifiche, tramite appositi avvisi;
        • alle modifiche delle condizioni economiche e tecniche per l’effettuazione dei servizi, con almeno 30 (trenta) giorni di anticipo rispetto alla data di applicazione in ottemperanza a quanto previsto dall’art.70.4 del d.lgs 259/03;
        • alle modifiche normative che possano incidere sulla fornitura del servizio;
        • agli esiti delle verifiche compiute sul rispetto degli standard;
        • ad ogni eventuale variazione delle modalità di fornitura del servizio;
        • ad appositi strumenti di informazione, tramite l’attivazione di linee di comunicazione e telematiche;
        • alla facoltà di inserire gratuitamente i propri dati identificativi nella banca dati che include i numeri degli abbonati di rete fissa e mobile, in conformità alle disposizioni relative al trattamento dei dati personali, al fine della formazione degli elenchi telefonici generali e per la fornitura dei relativi servizi di informazione all’utenza in adempimento alle Delibere della Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni n° 36/02/CONS e n° 180/02/CONS ed al Provvedimento del Garante delle Privacy del 15 luglio 2004.
1.2 Continuità

ACT si impegna ad offrire i propri servizi in modo regolare, continuativo e senza interruzioni.

Nei casi di interruzione o di irregolare funzionamento dei medesimi, ACT adotta i provvedimenti necessari per ridurre la durata delle irregolarità e per arrecare ai Clienti il minor disagio possibile.

1.4 Cortesia

ACT impronta i suoi rapporti con i Clienti al rispetto e alla cortesia e agevola questi ultimi nell’esercizio dei diritti e nell’adempimento degli obblighi. I dipendenti ACT sono tenuti ad indicare il proprio nome, sia nel rapporto personale, sia nelle comunicazioni telefoniche con i Clienti.

1.6 Diritto di scelta

ACT rispetta il diritto di scelta della Clientela consentendo di scegliere tra i diversi servizi offerti.

ACT si impegna alla massima trasparenza per la diffusione delle informazioni relative alle condizioni tecniche ed economiche degli stessi servizi.

2. Parametri di qualità

In adempimento a quanto prescritto dalle delibere dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni n. 179/03/CSP, n. 254/04/CSP, n. 131/06/CSP, n. 244/08/CSP, n. 79/09/CSP, n. 151/12/CONS, n. 154/12/CONS,

  1. 656/14/CONS, n. 580/15/CONS e n. 252/16/CONS ACT svolge una sistematica rilevazione e verifica dei propri standard di qualità con l’obiettivo di un continuo miglioramento delle prestazioni dei servizi resi ai propri clienti; pertanto, comunica e pubblica annualmente gli indicatori di qualità dei servizi dalla stessa forniti, gli obiettivi previsti e i risultati conseguiti. In allegato alla presente carta dei servizi sono riportati gli obiettivi di qualità per l’anno in corso relativi agli indicatori di qualità per i servizi di telefonia vocale fissa individuati dalla delibera 254/04/CSP (allegato 1), per gli indicatori di qualità per i servizi di telefonia vocale mobile individuati dalla delibera 154/12/CONS (allegati 2, 5 e 6), nonché informazioni relative agli indicatori di qualità per i servizi di accesso a Internet da postazione fissa individuati dalle delibere 131/06/CSP e 244/08/CSP (allegato 3) e per i servizi telefonici di contatto (call center) individuati dalla delibera 79/09/CSP (allegato 4). Le rilevazioni relative ai resoconti di cui sopra sono pubblicate sul sito internet www.act-telecomunicazioni.it.

ACT, nel rispetto della Delibera 252/16/CONS, pubblica sul proprio sito la pagina di trasparenza tariffaria per assicurare la comparabilità delle offerte. Sul sito web  www.confrontaofferte.agcom.it, inoltre, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni rende disponibile un proprio motore di calcolo per la comparazione dei prezzi dei servizi di telefonia e accesso ad internet degli operatori di comunicazione elettronica.

2.2 Irregolare funzionamento del servizio

ACT si impegna ad eliminare eventuali irregolarità funzionali del servizio entro il quarto giorno non festivo successivo a quello in cui è pervenuta la segnalazione, ad eccezione dei guasti di particolare complessità che verranno comunque riparati con la massima tempestività. Con riguardo a quest’ultima tipologia di guasti, ACT si impegna a fornire informativa attraverso i principali canali, ad esempio tramite sito web, sullo stato del disservizio occorso.

L’obbligo di intervento riguarda il collegamento telefonico fino al punto d’accesso del cliente direttamente collegato alla rete telefonica nazionale. Nel caso in cui pervenga un numero considerevole di segnalazioni contemporaneamente, ACT provvede ad informare i Clienti sul conseguente aumento dei tempi necessari per l’intervento, fornendo alcune prime indicazioni di comportamento. Nei casi di manutenzione programmata, ove sia necessaria l’interruzione della fornitura del servizio, i Clienti interessati dalla sospensione vengono informati almeno 24 ore in anticipo, con gli strumenti ritenuti più idonei.

Nel caso in cui ACT non osservi i predetti termini, il Cliente avrà diritto agli indennizzi di cui al punto 3.3.

2.3.1 Fatturazione del servizio ed invio del Conto ACT

La bolletta telefonica costituisce fattura e ACT la invierà al Cliente con almeno 15 giorni in anticipo rispetto alla data di scadenza dei pagamenti. La cadenza di rinnovo delle offerte/opzioni relative ai servizi, nonché l’addebito del relativo costo, è su base mensile e la fatturazione avviene con cadenza mensile.

2.3.3 Calcolo del traffico e doc.ne degli addebiti

ACT calcola l’importo dovuto per il traffico effettuato sulla base della misurazione documentata degli addebiti.

ACT provvede, a richiesta scritta del Cliente e nel rispetto del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali n. 2016/679, applicabile dal 25 maggio 2018, e laddove non incompatibile del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n.196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” in vigore dal 1 gennaio 2004 (come novellato dal Decreto Legislativo n. 101/18) a fornire gratuitamente allo stesso la documentazione, nella versione di base, di tutte le comunicazioni telefoniche.

Tale documentazione dovrà contenere i seguenti elementi: data e ora di inizio della conversazione, numero selezionato, tipo, durata, costo della conversazione, eventuali sconti, e qualsiasi altra informazione concernente il pagamento quali pagamenti anticipati, rateali, disattivazioni e solleciti. Eventuali modalità di documentazione diverse da quella di base saranno offerte a titolo oneroso con tariffe ragionevoli.

2.5 Uso razionale ed educazione al consumo

ACT promuove iniziative per l’uso razionale ed efficiente delle telecomunicazioni. Inoltre ACT promuove campagne di informazione e comunicazione volte ad illustrare le caratteristiche merceologiche e qualitative dei servizi offerti e finalizzate ad una corretta educazione al consumo.

2.6 Gestione del credito residuo per carte prepagate relative al servizio di comunicazione mobile e personale

Le informazioni relative alle modalità e alle condizioni di utilizzo della carta prepagata ACT sono riportate nelle Condizioni Generali di Contratto relative ai servizi di telecomunicazioni ACT, disponibili sul sito www.act-telecomunicazioni.it  La cadenza di rinnovo delle offerte/opzioni che prevedono un’assegnazione di bundle, nonché l’addebito del relativo costo, è su base mensile.

L’attuale durata della carta prepagata consumer è di 13 mesi dalla data di attivazione (in assenza di ricarica) o dalla data dell’ultima ricarica; la durata della carta prepagata business è di 24 mesi dalla data di attivazione (in assenza di ricarica) o dalla data dell’ultima ricarica. Decorso tale periodo la sim verrà disattivata; in tal caso è possibile richiedere la restituzione del numero e/o la restituzione del credito residuo mediante bonifico bancario o assegno di traenza oppure mediante trasferimento su altra Carta Sim ACT.

Per la riattivazione del numero di telefono occorre essere in possesso di un’altra SIM ACT presente sulla medesima anagrafica o, in alternativa, acquistarla presso un Rivenditore autorizzato ACT o altri punti di distribuzione e chiamare il servizio Clienti ACT al numero 05731936111. In alternativa è possibile inviare una raccomandata allegando il modulo di richiesta presente sul sito www.act-telecomunicazioni.it  compilato e firmato in ogni sua parte all’indirizzo Via Guido Gozzano, 13  51100 Pistoia (PT).

Per quanto concerne la riattivazione del numero di telefono di una sim ricaricabile Business, occorre essere in possesso di un’altra SIM ACT presente sulla medesima anagrafica o, in alternativa, è possibile chiamare il servizio Clienti ACT 05731936111.

Per richiedere il credito residuo è sufficiente inviare per posta ordinaria una richiesta in carta semplice oppure è possibile utilizzare il modulo presente sul sito www.act-telecomunicazioni.it compilato e firmato in ogni sua parte. La suddetta richiesta deve riportare i dati anagrafici (nome, cognome e codice fiscale) dell’intestatario della Carta SIM Ricaricabile disattiva, copia di un documento di identità, numero di telefono della SIM, firma e in caso di:

        • trasferimento, il numero di telefono della SIM ACT su cui dovrà essere effettuato l’accredito;
        • rimborso tramite bonifico bancario, i dati del conto corrente su cui effettuare il bonifico;
        • rimborso tramite assegno di traenza, nome del beneficiario e/o indirizzo di recapito nel caso in cui fossero diversi da quelli indicati sull’anagrafica.

Le prestazioni di rimborso tramite bonifico o assegno di traenza comporteranno l’addebito di un importo pari ai costi sostenuti da ACT, di 6 (sei) euro. Tale importo sarà decurtato dal credito residuo rimborsato. Non sarà riconosciuta la restituzione del credito residuo in tutti i casi di disattivazione da parte di ACT a seguito di violazioni degli obblighi e dei vincoli previsti per l’utilizzo della carta ricaricabile (si vedano a tal proposito le Condizioni Generali di Contratto relative ai servizi ACT). Sarà riconosciuto solo il traffico effettivamente corrisposto e non ancora utilizzato al momento della cessazione, da cui saranno decurtati i bonus gratuiti e le promozioni. Le richieste di restituzione del credito, inviate a mezzo raccomandata, dovranno pervenire all’indirizzo Via Guido Gozzano, 13 51100 Pistoia (PT).

2.7 Gestione del credito residuo per la prestazione di portabilità del numero mobile

In caso di prestazione di portabilità del numero mobile, potrà essere riconosciuto il credito residuo:

      • tramite richiesta di trasferimento del credito residuo all’operatore di destinazione da effettuarsi contestualmente alla richiesta di portabilità del numero mobile. La prestazione di trasferimento del credito da ACT su SIM di altro operatore comporta l’addebito di un importo, a titolo di contributo ai costi sostenuti da ACT pari a € 1. Tale importo sarà decurtato dall’eventuale credito residuo da trasferire. Nel caso in cui si verificasse una mancata attribuzione del credito, ogni relativa informazione dovrà essere richiesta all’operatore di destinazione.
      • tramite accredito su altra Sim ACT, rimborso tramite bonifico bancario o assegno di traenza secondo le modalità ed i costi riportati all’art. 2.6. Per entrambi le modalità di gestione del credito residuo in caso di portabilità del numero mobile, sarà riconosciuto solo il traffico effettivamente corrisposto e non ancora utilizzato al momento della cessazione, da cui saranno decurtati i bonus gratuiti e le promozioni.

Trasparenza 

Tutela del Cliente

3. Rapporto tra ACT ed i Clienti

ACT ha cura di limitare, per quanto possibile, gli adempimenti richiesti ai Clienti e fornisce gli opportuni chiarimenti su di essi.

Adotta formulari uniformi e provvede alla adozione di procedure semplificate ed informatizzate delle forme di pagamento delle prestazioni.

ACT assicura e verifica periodicamente la chiarezza e la comprensibilità dei documenti destinati alla Clientela e ne garantisce l’accessibilità.

ACT predispone le procedure interne dei propri uffici in modo da agevolare le condizioni di esercizio dei diritti dei Clienti.

ACT fornisce un servizio telefonico di assistenza attivo 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno, al quale il Cliente può segnalare disservizi, formulare quesiti legati ai servizi forniti da ACT ed agli addebiti relativi all’ultimo Conto ACT.

Le informazioni sui servizi resi da ACT sono disponibili nelle Condizioni Generali di Contratto e sul sito istituzionale www.act-telecomunicazioni.it .

Sul Self Care di ACT è possibile verificare la copertura attraverso lo specifico rimando alla sezione “verifica copertura nazionale”.

3.2 Procedure di reclamo

Il Cliente può presentare eventuali reclami relativi all’inosservanza delle disposizioni della presente Carta dei Servizi o delle Condizioni Generali di Contratto.

Tali reclami possono essere portati a conoscenza di ACT per telefono al servizio assistenza di ACT (05731936111), per iscritto con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, tramite PEC o per posta semplice, o per via telematica tramite l’area clienti del sito www.act-telecomunicazioni.it ACT, ad ogni reclamo, assicura un numero di riferimento al reclamo presentato.

ACT, fornirà, ove possibile, un immediato riscontro; per tutte le tipologie di reclami scritti ACT si impegna a fornire riscontro entro 45 giorni dalla data di ricevimento del reclamo stesso. Nelle ipotesi di particolare complessità dei reclami, entro il predetto termine, ACT informerà il Cliente dello stato di avanzamento dell’indagine e comunicherà i tempi necessari per la risposta.

Si informa che le eventuali controversie che dovessero insorgere con ACT, possono essere risolte applicando il “Regolamento sulle procedure di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti”, di cui all’allegato A della delibera dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

  1. 203/18/CONS. Come normativamente previsto, non può proporsi ricorso in sede giurisdizionale fino a che non sia stato esperito il tentativo obbligatorio di conciliazione.

I Clienti che lamentino la violazione da parte di ACT di un diritto o interesse protetti da un accordo di diritto privato o dalle norme in materia di telecomunicazioni e che intendano agire in giudizio, sono tenuti a promuovere preventivamente un tentativo di conciliazione dinanzi al CORECOM competente per territorio, ai sensi dell’art. 1, comma 11 della l. 249/1997 e della Delibera 203/18/CONS dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e successive modifiche, nei limiti e termini e con gli effetti previsti dalla stessa legge e dai provvedimenti di attuazione. In alternativa, il Cliente ha la facoltà di attivare la procedura di conciliazione (ADR) presente sul sito www.act-telecomunicazioni.it in modo diretto o attraverso le associazioni di consumatori che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa con ACT, nonché di esperire un tentativo di conciliazione dinanzi agli organi non giurisdizionali di risoluzione delle controversie in materia di consumo presso le Camere di Commercio o altri organismi terzi, nel rispetto dei principi della Raccomandazione 2001/310/CE. La proposizione del tentativo obbligatorio di conciliazione sospende il termine per agire in sede giurisdizionale. Tale termine riprende a decorrere alla scadenza del termine per la conclusione del procedimento di conciliazione, che non può durare più di 30 (trenta) giorni dalla proposizione dell’istanza al Corecom e agli altri organismi di conciliazione e non più di 90 (novanta) giorni nel caso di ADR.

3.1 Tutela della riservatezza

ACT si impegna a garantire la riservatezza dei dati personali di ciascun cliente ai sensi e nel rispetto del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali n. 2016/679, applicabile dal 25 maggio 2018, e laddove non incompatibile del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n.196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” in vigore dal 1 gennaio 2004 e loro successive modifiche ed integrazioni (come novellato dal Decreto Legislativo n. 101/18).

      • Il cliente, in ogni momento, ha il diritto di essere previamente informato da parte di ACT, sulle modalità di trattamento dei propri dati personali nella maniera più comprensibile e trasparente possibile e di esprimere un consenso libero, differenziato e revocabile in relazione alle diverse / ulteriori possibilità di utilizzo anche da parte di terzi autorizzati.
      • Il cliente ha diritto di accesso alle informazioni che lo riguardano e può, in qualunque momento, decidere di modificare o cancellare i propri dati personali di base ed eventualmente facoltativi, presenti negli elenchi generali per finalità dei servizi informativi e di formazione di elenchi pubblici cartacei o elettronici. Le richieste di variazione e cancellazione dei dati medesimi possono essere inoltrate a ACT, scrivendo a ACT Via Guido Gozzano,13 51100 Pistoia (PT) (ulteriori punti di contatto per esercitare i diritti dell’interessato saranno pubblicati sull’informativa Privacy & sul sito ufficiale). L’informativa completa per tutti i clienti acquisiti al 31 dicembre 2016 è disponibile sul sito www.act-telecomunicazioni.it . L’informativa completa per i clienti acquisiti a far data dal 1 Gennaio 2017 è disponibile sul sito www.act-telecomunicazioni.it . ACT rispetta le prescrizioni stabilite dalla legge 11 gennaio 2018 n. 5 recante “Nuove disposizioni in materia di iscrizione e funzionamento del registro delle opposizioni e istituzione di prefissi nazionali per le chiamate telefoniche a scopo statistico, promozionale e di ricerche di mercato”.

Il Cliente ha diritto all’indennizzo previsto dall’art. 3.3, nel caso di omesso o errato inserimento dei dati relativi alla propria utenza negli elenchi telefonici.

Maggiori informazioni sono rinvenibili sul sito al seguente link: www.act.telecomunicazioni.it In ottemperanza al Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati (GDPR) n. 2016/679, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento e alla libera circolazione dei dati personali, ACT ha designato il proprio Responsabile della Protezione dei Dati (DPO).

3.3 Indennizzi

In caso di ritardo imputabile a ACT nell’attivazione del servizio Base e nel trasloco dell’utenza, ovvero in caso di indebita sospensione o cessazione amministrativa del Servizio, saranno riconosciuti automaticamente, in fattura o in credito telefonico, al cliente segnalante, gli indennizzi previsti dalla Delibera 347/18/CONS, nella misura di 7,5 euro al giorno. Nelle le medesime fattispecie, per ogni giorno di ritardo, ACT corrisponderà 2,5 euro, fino a un massimo di euro 300, per ciascun servizio accessorio e 1 euro, fino ad un massimo di 100, per ciascun servizio gratuito. I predetti indennizzi automatici sono aumentati di un terzo nel caso di servizio Internet su banda ultra-larga e del doppio in caso di disservizio su utenze business, oggetto di contratto per adesione.

Nelle suddette fattispecie, indennizzabili automaticamente, il Cliente ottiene il riconoscimento dell’indennizzo segnalando il disservizio occorso al servizio assistenza di ACT (05731936111), per iscritto con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, tramite PEC, per posta semplice, o per via telematica tramite l’area clienti del sito www.act-telecomunicazioni.it .

Nei casi di mancato rispetto dei termini di cui ai punti n. 2.2, 2.3, il Cliente ha diritto ad un indennizzo di entità commisurata alla durata del disservizio, mobile o fisso, ed ai volumi di traffico sviluppati, secondo le tabelle di seguito riportate.

Nei casi di guasti eccezionali e generalizzati di particolare complessità tecnica di cui ai punti 2.2 e 2.3, il Cliente ha diritto ad un indennizzo pari ad € 2,50 a partire dal quinto giorno successivo alla cessazione della causa di forza maggiore ovvero dalla data di risoluzione comunicata ai sensi dell’articolo 2.2 ove non rispettata.

Nel caso in cui, per responsabilità di ACT, la propria numerazione venisse persa, il Cliente ha diritto ad un indennizzo pari a € 30,00 per ogni anno di precedente utilizzo fino ad un massimo di 300,00 €.

Tali importi si applicano anche al caso di omesso o errato inserimento dei dati relativi alla propria utenza negli elenchi telefonici.

In tutti i casi di cui al presente articolo, sono fatte salve le fattispecie in cui il mancato rispetto delle tempistiche dichiarate sia dovuto a cause di forza maggiore, a casi di eccezionale difficoltà tecnica, a ritardi causati da tempistiche dipendenti dalla clientela e/o a circostanze comunque non imputabili a ACT.

Fatte salve le ipotesi di cui all’art. 5 delle Condizioni Contrattuali Passa a ACT per le quali il motivo del rifiuto sia imputabile al Cliente, ACT indennizzerà i ritardi di portabilità del numero a partire dal terzo giorno lavorativo successivo alla data della relativa attivazione comunicata da ACT. In tali casi, su richiesta del Cliente, ACT corrisponderà a quest’ultimo un indennizzo pari ad euro 2,50 per ogni giorno lavorativo di ritardo fino ad un massimo complessivo di euro 50.

ACT corrisponderà gli indennizzi dovuti al Cliente dal primo Conto ACT utile, operando in compensazione ovvero, ove si renda necessario, provvederà, nei tempi tecnici, alla liquidazione a mezzo assegno. Nei casi delle carte prepagate l’indennizzo verrà corrisposto mediante l’accredito di quote di traffico. Resta salvo il diritto del Cliente al risarcimento dell’eventuale maggior danno subito.

Tab. 1. – Indennizzi previsti nel caso di mancato rispetto degli impegni presi da ACT con riguardo al servizio mobile.

PARAMETRO

INDENNIZZO

Irregolare funzionamento dei servizi base

E’ forfettario di 10,00 €

Gestione risposta dei reclami

1,00 € per ogni giorno di ritardo fino ad un massimo

di 60,00 € per anno

Perdita della numerazione

30,00 € per ogni anno di precedente utilizzo fino ad

un massimo di 300,00 €

Omesso o errato inserimento dei dati relativi

all’utenza negli elenchi telefonici

30,00 € per ciascun anno di disservizio fino ad un

massimo di 300,00 €

Tab. 2. – Indennizzi previsti nel caso di mancato rispetto degli impegni presi da ACT con riguardo al servizio fisso.

PARAMETRO

INDENNIZZO

Irregolare funzionamento del servizio e mancata

gestione del reclamo

Fino a € 5 per ogni giorno di ritardo e fino ad un

massimo di 100 €

Guasti eccezionali e generalizzati di particolare complessità tecnica

2,50 € dal quinto giorno successivo alla cessazione della causa di forza maggiore o dalla data di risoluzione comunicata ai sensi dell’articolo 2.2 ove

non rispettata

Perdita della numerazione

30,00 € per ogni anno di precedente utilizzo fino ad

un massimo di 300,00 €

Omesso o errato inserimento dei dati relativi

all’utenza negli elenchi telefonici

30,00 € per ciascun anno di disservizio fino ad un

massimo di 300,00 €

 

Avviso modifica Condizioni Generali di Contratto Servizi TLC

Informiamo i CLIENTI che ACT TELECOMUNICAZIONI ha provveduto ad aggiornare le proprie Condizioni Generali di Contratto dei Servizi TLC adeguandole a quanto imposto dalle Delibere Agcom nn. 348/18/CONS – 133/18/CIR – 487/18/CONS – 347/18/CONS. Trattandosi di modifiche imposte da Leggi e Regolamenti, le nuove Condizioni Generali saranno automaticamente applicate a far data dalla pubblicazione delle stesse sul sito web www.act-telecomunicazioni.it alla sezione “Area Clienti” il 10/01/2019. Consulta l’informativa di dettaglio e le nuova documentazione contrattuale in “Area Clienti”.

Avviso adeguamento delibera AGCOM n. 348/18/CONS sulla libertà di scelta delle apparecchiature terminali dal 1 dicembre 2018

A partire dal 1 dicembre 2018, in ottemperanza alla Delibera AGCOM n. 348/18/CONS, ACT TELECOMUNICAZIONI garantisce ai propri CLIENTI il diritto di utilizzare i dispositivi per l’accesso ad internet (modem, router, access gateway VoIP) di loro scelta. Per la corretta configurazione dei Dispositivi Internet scelti dal CLIENTE, ACT TELECOMUNICAZIONI comunica – senza oneri aggiuntivi – le specifiche e i parametri necessari tramite la lettera di attivazione (cd. Welcom Letter) del Servizio e/o accedendo al sito web alla sezione “Area Clienti”.

In adeguamento alla predetta Delibera, ACT TELECOMUNICAZIONI, mette a disposizione del CLIENTE sottoscrizioni di offerte in abbinamento con i Dispositivi Internet “a titolo oneroso” e in noleggio prevedendo tale servizio come “opzionale”. Le offerte di servizi integrati prevedono la fornitura del Dispositivo Internet “a titolo gratuito” e in comodato d’uso. In entrambi i casi, le condizioni economiche e tecniche aggiuntive collegate alla fornitura sono indicate nelle Specifiche Tecniche, Descrittive e Tariffarie relative al Servizio di cui trattasi. Coloro che alla data di entrata in vigore delle Condizioni Generali di cui all’avviso che precede usufruiscono di Servizi resi tramite Dispositivo Internet ACT TELECOMUNICAZIONI a titolo oneroso e in noleggio, in aderenza alla Delibera n. 348/18/CONS, possono recedere dal servizio opzionale senza oneri diversi dalla mera restituzione del Dispositivo Internet fornito da ACT TELECOMUNICAZIONI e scegliere di utilizzare il proprio Dispositivo Internet, laddove tecnicamente possibile.

I servizi di installazione e manutenzione dei Dispositivi Internet scelti dal CLIENTE sono attività anch’esse libere e possono essere liberamente affidate dal CLIENTE a soggetti terzi a proprio onere e a propri costi. ACT TELECOMUNICAZIONI non risponde per servizi di installazione e manutenzione, nonché per disservizi che riguardino esclusivamente il funzionamento del Dispositivo Internet scelto dal CLIENTE o che da quest’ultimo derivino, il quale deve rispondere alle esigenze tecniche necessarie alla corretta fruizione dei Servizi. Per maggiori dettagli consulta la FAQ “Come posso utilizzare il mio dispositivo internet?” e la nuova documentazione contrattuale in “Area Clienti”.

Informativa

Trasparenza ACT

Sempre a tua disposizione

Share This